SWITCH-OFF TV: due scadenze per tutta Italia

Lo switch-off televisivo non sarà scaglionato per regioni, avverrà infatti all’unisono per tutta Italia in due date chiave:

  • 1 settembre 2021, data in cui tutte le trasmissioni nazionali passeranno in codifica MPEG-4;
  • 21 – 30 giugno 2022, quando tutte le trasmissioni digitali terrestri verranno diffuse nello standard DVB-T2.

Con il passaggio alla nuova codifica di settembre, tutti i decoder e i TV non HD verranno messi fuori uso, la seconda scadenza invece manderà “a nero” un numero molto alto di apparecchi, circa 15-20 milioni secondo le ultime stime.

L’obiettivo finale del passaggio televisivo che stiamo per vivere è quello di arrivare a trasmissioni emesse in DVB-T2 e codificate in HEVC a 10 bit, una codifica di nuova generazione che permetterebbe di trasmettere in modalità HDR. Solo arrivati a questo punto si potrà assistere ad un miglioramento dal punto di vista qualitativo, poichè sarà compreso anche qualche canale in 4K.

Rai e Mediaset, su indicazione del MiSE, stanno da qualche tempo mandando in onda due canali test (posizioni 100 e 200), per permettere all’utente di verificare il grado di compatibilità del loro apparecchio con le modifiche che verranno introdotte dallo switch-off.

BONUS TV: in che cosa consiste?

Si tratta di un Bonus di massimo €50 ottenibile direttamente in fase di acquisto di TV o decoder che sia DVB-T2 HEVC Main10, a condizione che l’indicatore del reddito ISEE sia inferiore a €20.000 e il limite di un Bonus per nucleo familiare. Per un TV i 50€ vanno a scontare il prezzo di acquisto, mentre nel caso dei decoder, che solitamente hanno un costo inferiore, il prodotto risulta essere gratuito per tutti gli aventi diritto.

SCARICA L’APPROFONDIMENTO DEL MAGAZINE DDAY.IT > CLICCA QUI

Per ulteriori informazioni in merito puoi contattarci QUI.